collezioni - oggetti, documenti, testimonianze, biblioteca


Tra i principali campi di attività del Museo vi è la raccolta, il restauro, la conservazione e la valorizzazione delle testimonianze storiche della Valle Onsernone. L’impegno profuso a questo riguardo si articola su tre assi principali:

1. Oggetti etnografici e opere artistiche

Con lo scopo di tramandare alle generazioni future un insieme di oggetti rappresentativo della vita e delle usanze di un tempo, il Museo raccoglie e riunisce manufatti, arnesi, utensili, oggetti di uso comune, indumenti, mobili, etc., risalenti alla civiltà contadina che ha vissuto per secoli in Valle Onsernone. La collezione contiene ugualmente le opere di artisti onsernonesi, quali ad esempio il pittore Carlo Agostino Meletta (1800-1875) e lo scultore Ermenegildo Degiorgi-Peverada (1866-1900). La collezione del Museo, che conta attualmente poco meno di duemila oggetti, si arricchisce e completa ogni anno grazie a nuove donazioni.

2. Fondo documentaristico

Per assicurarne la buona conservazione e, allo stesso tempo, contribuire ad ampliare e divulgare la conoscenza del passato dell'Onsernone, il Museo raccoglie e conserva i documenti storici che la riguardano. Essi si compongono di diverse tipologie di scritti (atti, lettere, carte, diari, libri, etc.) e di documenti audio e visivi (principalmente fotografie storiche). 

Per promuovere e facilitare la ricerca degli studiosi e di tutti gli interessati, le tabelle di catalogazione dei documenti sono liberamente accessibili al link sottostante. La consultazione degli originali, da effettuarsi presso l'archivio del Museo, va concordata prendendo contatto tramite i recapiti a fondo pagina.

Tabella di catalogazione del fondo documentaristico del Museo Onsernonese (nel file Excel è inclusa la catalogazione eseguita dal 2011 al 2017. Il file aggiornato al 2022 verrà pubblicato a breve).

3. Memoria immateriale

Il Museo si occupa ugualmente di raccogliere le testimonianze immateriali del passato di questa valle, come ad esempio i racconti, le storie e i saperi delle persone che vivono o che hanno vissuto parte della loro vita in Onsernone. 

Tra le diverse forme di memoria immateriale vi sono anche i canti e le musiche tradizionali. In quest'ambito negli anni '80 il Museo ha sostenuto le approfondite ricerche svolte dal gruppo Mea d'Ora che hanno permesso di raccogliere le testimonianze, tramite interviste e registrazioni, di numerosi canti, musiche e balli. Questo repertorio tradizionale onsernonese è poi stato riproposto e reinterpretato dal gruppo, prendendo nel 1987 la forma di un LP. Oggi i brani possono essere riascoltati, acquistando il disco o scaricandoli sul seguente sito

4. Biblioteca

Nella biblioteca del Museo sono riunite alcune opere di interesse generale e svariate centinaia di pubblicazioni relative all’Onsernone e in particolare alla storia, l’ambiente, la cultura e la civiltà contadina che ci ha preceduti. Questa biblioteca “onsernocentrica”, conservata presso Casa Schira, è a disposizione su richiesta per ricercatori e appassionati di storia locale. 

Catalogo delle pubblicazioni della biblioteca del Museo Onsernonese (aggiornato al 17.10.2022)

Informazioni pratiche:

Il Museo valuta con piacere ogni proposta di donazione. Le collezioni sono costantemente arricchite e ampliate secondo i seguenti criteri:
- l’oggetto/documento/opera ha un legame diretto con il territorio di riferimento del Museo;
- l’oggetto/documento/opera arricchisce la collezione del Museo da un punto di vista qualitativo e non quantitativo;
- l’oggetto/documento/opera è compatibile con le risorse disponibili per il suo deposito, conservazione ed eventuale restauro.
Ogni singola acquisizione di nuovi oggetti/documenti/opere è sottoposta ad un'accurata valutazione da parte del curatore o del Consiglio direttivo.